Supponendo che tutta o parte della tua infrastruttura IT sia nel cloud, devi gestirla con il monitoraggio del cloud in tempo reale. Questo articolo descrive cosa e come monitorare l'ambiente cloud.

In pratica, oggigiorno ogni azienda utilizza il cloud in un modo o nell'altro. Secondo una ricerca di spicco, quasi l'93% delle organizzazioni afferma di sfruttare i servizi cloud e molti amministratori IT prevedono di investire di più in questa tecnologia emergente.

Il rapporto aggiunge inoltre che le organizzazioni hanno speso circa il 26% in più per i servizi / applicazioni cloud lo scorso anno, il che supera la spesa cloud nelle spese IT complessive. Il cloud offre miglioramenti aziendali completi in termini di scalabilità e agilità. Sebbene con la crescita dell'utilizzo del cloud, nasce una necessità accelerata di monitorare le prestazioni della rete.

È qui che entra in gioco il monitoraggio del cloud. Non puoi semplicemente trascurare i tempi di risposta, le risorse cloud sotto o sopra utilizzate o le interruzioni di informazioni. Il monitoraggio dell'infrastruttura cloud ti aiuta a tenere d'occhio i tempi di reazione, l'accessibilità, i livelli di utilizzo delle risorse, l'esecuzione, così come i problemi di risoluzione dei problemi.

Che cos'è il monitoraggio cloud?

Il monitoraggio del cloud implica il monitoraggio dell'ambiente cloud, una serie di passaggi tra cui la revisione, il monitoraggio IT e la gestione delle app cloud. Questo processo prevede l'uso del monitoraggio IT manuale e automatizzato (con strumenti ITOM / NMS) e alcuni trucchi e tecniche di gestione dell'infrastruttura cloud per assicurarsi che funzioni in modo ottimale ed efficiente.

È il modo per esaminare e gestire il processo di lavoro operativo e le procedure per un servizio, un'applicazione o una risorsa cloud. Viene comunemente eseguito tramite software ITOM o programmazione di controllo meccanizzata che fornisce accesso focale e autorità sul framework cloud.

Gli amministratori possono rilevare lo stato operativo e la solidità dei server e delle app cloud.

Le preoccupazioni emergono in base al tipo di struttura cloud che hai e al modo in cui la utilizzi. Nel caso in cui utilizzi un'infrastruttura cloud aperta, in generale avrai un controllo limitato per la gestione dell'infrastruttura IT. Un cloud privato, utilizzato dalla maggior parte delle grandi associazioni, offre all'ufficio IT interno maggiore controllo e adattabilità, con vantaggi di utilizzo inclusi.

Nonostante il tipo di struttura cloud utilizzata dall'organizzazione, il monitoraggio è il passaggio di base per un'esecuzione regolare e una migliore sicurezza IT.

Come funziona il monitoraggio cloud

Il cloud ha molti aspetti ed è essenziale monitorarlo per garantire che tutto funzioni in modo coerente per operazioni senza interruzioni. In sostanza incorpora quanto segue:

  • Verifica del sito: Monitoraggio delle procedure, del traffico, dell'accessibilità e dell'utilizzo delle risorse di siti facilitati dal cloud
  • Controllo della macchina virtuale: Monitoraggio della base di virtualizzazione e delle singole macchine virtuali
  • Database di monitoraggio: Monitoraggio di moduli, domande, accessibilità e utilizzo di risorse del database cloud come azzurro
  • Monitoraggio di macchine virtuali: Monitoraggio delle risorse del sistema virtuale, gadget, associazioni ed esecuzione della macchina virtuale
  • Monitoraggio dell'archiviazione distribuita: Monitoraggio delle risorse di stoccaggio e delle relative procedure fornite a macchine virtuali, amministrazioni, database e applicazioni.

Funzionalità di monitoraggio cloud

Il monitoraggio dell'infrastruttura cloud ibrida semplifica la distinzione tra le diverse architetture di rete e individua i potenziali rischi per la sicurezza IT. Alcune delle funzionalità di monitoraggio del cloud chiave sono le seguenti:

  • Capacità di screening di enormi volumi di informazioni cloud trasversalmente su molte aree appropriate
  • Ottieni visibilità sulle metriche chiave dell'applicazione cloud per prevenire potenziali problemi
  • Il monitoraggio costante per garantire che i documenti nuovi e modificati vengano controllati progressivamente
  • Valutare e rivelare le capacità per monitorare la coerenza della sicurezza IT
  • Integrazione con fornitori di servizi cloud come Amazon AWS ecc.

Best practice per il monitoraggio cloud

È essenziale garantire una migliore esecuzione e limitare i tempi di inattività dell'IT per le risorse cloud. Ecco alcuni dei modi più efficaci per gestire in modo proattivo l'ambiente cloud e mantenere una distanza strategica da problemi ripetitivi:

Sicurezza IT: La sicurezza IT è fondamentale nel cloud, quindi la supervisione delle informazioni su tutti gli endpoint mitiga i pericoli. Le disposizioni che filtrano, scompongono e spostano le informazioni prima che escano dal sistema aiutano a garantire che non ci siano informazioni perse. È inoltre fondamentale filtrare, valutare e raggruppare le informazioni prima che vengano scaricate nel sistema per evitare malware e interruzioni di informazioni.

API: Il cloud può presentare una varietà di problemi di esecuzione da API pianificate in modo inefficace. Puoi mantenere una distanza strategica da una scarsa esecuzione dell'API cloud utilizzando le API che funzionano tramite operazioni IT. Ciò comporta una riduzione delle chiamate API che implica un traffico ridotto. Le API con piani costanti e limitazioni inferiori sul tipo di dati consentono una migliore esecuzione dei processi.

Flusso di lavoro dell'applicazione: Il tempo di reazione di un'applicazione e le risorse di supporto sono fondamentali per comprendere cosa ostacola l'esecuzione ottimale delle operazioni su Cloud. Seguendo il processo di lavoro di un'applicazione, ti incoraggia a riconoscere dove e quando si verificano i differimenti.

Distribuzione di server cloud e archiviazione: Overprovisioning dei servizi cloud: assorbe le risorse IT, la loro accessibilità e può bloccare l'esecuzione dei processi. Il software ITOM può consentirti di scoprire i problemi, a quel punto utilizzando strategie e metodi appropriati.

Il monitoraggio del cloud richiede strumenti che ne tracciano l'esecuzione, tengono traccia dell'utilizzo delle risorse e della loro accessibilità garantendo allo stesso tempo lo scambio sicuro di informazioni tra di loro. Ciò consente alle organizzazioni di scoprire un'armonia moderando i pericoli e sfruttando i vantaggi del cloud.

Monitoraggio degli ambienti cloud con Motadata

Il monitoraggio dei cloud privati, pubblici e ibridi è più semplice se si lavora in un cloud privato per i motivi a cui abbiamo fatto riferimento in precedenza (visibilità e controllo), mentre ci si avvicina al cloud infra.

Un'infrastruttura cloud ibrida presenta una serie di sfide di monitoraggio uniche, poiché i dati fanno parte degli ambienti cloud sia pubblici che privati. Gli svantaggi dovuti alla sicurezza e alla conformità IT potrebbero lasciare spazio ad alcuni problemi per gli utenti finali che stanno tentando di accedere a tali dati. Gli amministratori IT sono in grado di risolvere i problemi relativi alle prestazioni della rete cloud controllando quali dati archiviare in quale cloud e quali dati devono essere costantemente aggiornati. Anche la sincronizzazione per il database può essere un compito difficile, ma suddividere questi dati in blocchi più piccoli, in modo rapido ed efficiente, può aiutare a ridurre il numero di problemi che potrebbero verificarsi in futuro.

Nonostante il fatto che il cloud privato ti offra un maggiore controllo, a prescindere dal fatto che devi eliminare gli oneri eccezionali per garantire un'esecuzione ideale. Senza un quadro chiaro delle attività rimanenti a portata di mano, non è possibile misurare l'attuabilità della natura dell'utilizzo delle risorse cloud amministrate a diversi livelli.

I software di monitoraggio IT (ITOM) come Motadata sono utili per il monitoraggio del cloud, in quanto possono seguire l'esecuzione, riportare i risultati e avvisarti di possibili disturbi amministrativi. Questo software per ITOM può aiutare gli utenti a monitorare, analizzare, ottimizzare e quindi risolvere i problemi rilevati in qualsiasi livello di ambiente cloud dalla base fino all'esperienza dell'utente finale per ottenere la migliore visibilità possibile sugli asset cloud.

Motadata monitora gli ambienti Amazon AWS, Microsoft Azure, Google App Engine e cloud ibrido. La piattaforma di monitoraggio cloud di Motadata, che fa parte del software ITOM noto anche come Infrastructure Intelligence Platform (IIP), monitora metriche quali disponibilità, tempi di risposta e frequenza di utilizzo delle risorse cloud, ecc. Per assicurarsi che funzioni a livelli ottimali, 24 x 7 sempre.